1. Home
  2. Beverage
  3. Birra
  4. Austria
  5. WeiBe – Abbazia di Engelszell

WeiBe – Abbazia di Engelszell

Un ricco colore dorato e una leggera torbidità caratterizzano questa birra di frumento. L’aroma fruttato e fresco è il risultato del lievito e del luppolo del Mühlviertel. Prodotta con luppoli locali di vario Apo, sviluppa un corpo rotondo appena amarognolo, dall’aroma elegante del luppolo.

Dopo un’intensa preparazione il monastero di Engelszell ha deciso di preparare una birra al frumento e di lanciarla nel 2019. Le persone hanno molto apprezzato questa decisione, infatti
da allora le birre di frumento sono diventate molto apprezzate nell’area locale di Engelhartszell.

ABBINAMENTI:
Salumi, pollo, piatti di pesce grassi, camembert.

Formato: 33cl
Ordine: Cistercense
Produttore:
4,50 

Esaurito

UNICO BIRRIFICIO TRAPPISTA AUSTRIACO AL MONDO
Tutti conoscono il significato di birra trappista ma, partendo dal concetto che repetita iuvant, è bene ricordare che, per attribuire il marchio “prodotto autentico trappista” ad una birra, occorre rispettare alcuni principi inderogabili: impianto di produzione interno ad una abbazia cistercense della Stretta Osservanza, produzione brassicola diretta o supervisionata dai monaci, ricavi destinati unicamente al sostentamento della comunità monastica o per opere di carità. Parametri a cui l’antico monastero cistercense Engelszell, fondato nel 1293 dal vescovo di Passau, Bernardo di Prambach, risponde perfettamente. Lunga e travagliata è la storia di questo monastero, sciolto nel 1786, poi nuovamente occupato da monaci nel 1925 fino ad ottenere nel 1930 l’appartenenza all’OCSO, Ordo Cisterciensis Strictioris Observantiae, unico in Austria, ed essere elevato al rango di abbazia nel 1931. L’intervento della Gestapo nel 1939 portò però alla chiusura dell’abbazia, con la cacciata e l’arresto di 73 monaci di cui 5 deportati in un campo di concentramento dove 4 vi persero la vita. Bisognava arrivare arrivare al dopo-guerra perché l’abbazia si ripopolasse e fosse ristabilita la vita monastica con il suo impegno di preghiera e lavoro, ora et labora, così come vuole la regola di San Benedetto. E finalmente ai giorni nostri, dopo la produzione di liquori, formaggi e miele, dall’Abbazia di Engelszell ecco la birra, e che birra!

Un ricco colore dorato e una leggera torbidità caratterizzano questa birra di frumento. L’aroma fruttato e fresco è il risultato del lievito e del luppolo del Mühlviertel. Prodotta con luppoli locali di vario Apo, sviluppa un corpo rotondo appena amarognolo, dall’aroma elegante del luppolo.

Dopo un’intensa preparazione il monastero di Engelszell ha deciso di preparare una birra al frumento e di lanciarla nel 2019. Le persone hanno molto apprezzato questa decisione, infatti
da allora le birre di frumento sono diventate molto apprezzate nell’area locale di Engelhartszell.

ABBINAMENTI:
Salumi, pollo, piatti di pesce grassi, camembert.

Scheda Tecnica:

• BIRRA DI FRUMENTO
• ORO RICCO
• LUPPOLO: MAGNUM, AURORA E SAPHIR
• ALTA FERMENTAZIONE
• GUSTO VIVACE, FRUTTATO
• IBU: 22
• GRADI PLATO: 11

ALC. 4,9%
TEMP. SERV. 7-9°C
CL.33

Ti potrebbe interessare

Festbier- Abbazia di Engelszell
Trappist Ale – Abbazia di Spencer